Bitcoin potrebbe raggiungere il massimo dell’anno a Capodanno sui rischi elettorali negli Stati Uniti, suggerisce il rapporto di Citibank

Il Bitcoin potrebbe raggiungere il picco del nuovo anno (YTD), favorito in parte dai rischi legati alle elezioni presidenziali americane. L’analogia prende spunto da una prospettiva trimestrale sulle materie prime pubblicata da Citigroup. Il gigante bancario americano ha specificamente basato il suo rapporto sull’oro e sul suo potenziale comportamento nel corso della stagione elettorale di novembre.

Ha osservato che il metallo prezioso potrebbe raggiungere un nuovo massimo annuale, affermando che il mercato sta sottovalutando la capacità del bene di crescere contro l’incertezza delle elezioni.

Puntini di collegamento

Il Bitcoin, che dal marzo 2020 ha seguito il mercato dell’oro in modo irregolare, è sceso questa settimana a fronte di un’analoga prospettiva geopolitica. La criptovaluta ha brevemente toccato i 10.100 dollari, mentre il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha messo in guardia sulla loro incapacità di sostenere l’economia statunitense senza il secondo pacchetto di stimolo del coronavirus.

Il Congresso degli Stati Uniti ha ritardato gli aiuti finanziari a lungo attesi, mentre i Democratici e i Repubblicani discutevano sull’entità dell’aiuto. Molti economisti e analisti hanno anticipato che il secondo pacchetto di stimoli non arriverà prima delle elezioni presidenziali.

Il suddetto ritardo è apparso anche quando gli Stati Uniti hanno registrato un tasso di disoccupazione storicamente elevato, un aumento del numero di piccole e medie imprese in bancarotta, una rinascita dei casi di coronavirus. Questo ha ulteriormente portato gli investitori a parcheggiare parte del loro capitale nel dollaro USA.

Nel complesso ha ridotto l’attrattiva di altri beni di rifugio e di rischio. Di conseguenza, Bitcoin, oro e azioni hanno ceduto parte dei loro guadagni alla prospettiva del dollaro più forte. Ma per Citibank c’è ancora spazio per crescere, almeno per l’oro. La banca ha scritto nel suo rapporto:

„Le elezioni potrebbero essere uno straordinario catalizzatore per il prezzo piatto dell’oro e la volatilità del prezzo alla fine del quarto trimestre, anche se storicamente non c’è un chiaro modello per il trading dell’oro o la volatilità del prezzo verso e dopo le elezioni negli Stati Uniti. Questo è uno dei motivi per cui ci aspettiamo che i prezzi dell’oro raggiungano nuovi record prima della fine dell’anno“.

Influenza su Bitcoin

La prospettiva dell’oro di Citibank ha lasciato Bitcoin sotto un simile incantesimo di vantaggio. Il suo rapporto ha evidenziato che i paradisi fiscali dovrebbero aumentare finché la Fed continuerà il suo approccio espansivo per aiutare l’economia statunitense. Ciò significherebbe tassi d’interesse bassissimi e una maggiore crescita dell’inflazione.

La domanda dovrebbe provenire anche dal resto del mondo, dato che le banche centrali globali puntano a tassi di interesse vicini o inferiori allo zero. Appena due settimane fa, la Banca d’Inghilterra ha discusso delle agevolazioni di prestito negative per aumentare la spesa per i programmi di aiuto al mercato.

Mentre un nuovo afflusso di denaro aiuta le famiglie e le imprese, ruba i rendimenti dal conto dei risparmiatori. Tyler Winklevoss, il co-fondatore del crypto exchange Gemini, ha detto che la gente dovrebbe „allungare il Bitcoin“ per salvare i propri redditi da un ulteriore impoverimento.

„Se la Banca d’Inghilterra adottasse tassi di interesse negativi, vi pagherebbe per prendere in prestito. Non si potrebbe comprare una pubblicità migliore per i Bitcoin, ma si può prendere i loro soldi e fare un „long bitcoin““.

Bitcoin è stato scambiato circa il 45 per cento in più su un periodo di tempo YTD.